Il Marketing di affiliazione

Freelance Copywriter/Web designer/Creative Content, Account web e social

Con la definizione Marketing di Affiliazione si identifica il processo di promozione e vendita di prodotti o servizi per commissione di un’altra azienda.

È un concetto abbastanza semplice, ma il processo stesso può coinvolgere molti parti nel suo sviluppo. Con una spiegazione semplice, sviluppare questa attività significa che un soggetto vende le cose di qualcun altro e guadagna denaro per questo.

In epoca non digitale questo processo era svolto dagli Agenti di Commercio.

Nel marketing di affiliazione c’è una figura di venditore che crea un programma di affiliazione e fornisce ai marketer affiliati un link univoco affinché lo utilizzino per promuovere i suoi prodotti.

I link sono unici per ogni affiliato di marketing, quindi risulta semplice tenere traccia di chi ha effettuato la vendita: quando un compratore fa clic sul link di affiliazione, un cookie (una sorta di gettone identificativo digitale) viene memorizzato nel suo browser.

Questo passaggio automatico consente al venditore di sapere chi ha venduto il prodotto e consente all’affiliato di guadagnare una commissione quando l’acquisto viene perfezionato.

Ciò succede anche se la persona che usa il link di collegamento decide di acquistare successivamente, però solo in un arco di tempo determinato: i cookie hanno una data di scadenza e, quindi, per ottenere il credito derivato da una vendita, il consumatore deve effettuare l’acquisto prima che il cookie scada.

Ad esempio, se un potenziale cliente ha utilizzato un link di affiliazione con un cookie di 30 giorni e non acquista subito il prodotto, l’affiliato di marketing riceverà un credito comunque se l’acquirente conclude l’operazione entro la finestra di 30 giorni dalla memorizzazione del cookie stesso.

Ci sono quattro figure chiave nel marketing di affiliazione:
Affiliati: le persone che promuovono il prodotto
Venditori: le persone che hanno creato o vendono il prodotto
Reti: reti che gestiscono gli affiliati (opzionale)
Consumatori: utilizzatori finali del prodotto

Affiliati

Gli affiliati, a volte chiamati editori, possono essere individui o aziende.

Il più delle volte, gli affiliati sono creatori di contenuti nella stessa nicchia del prodotto o servizio che stanno promuovendo, e lo fanno attraverso attività come post sui social media, blog, video e una serie di altri tipi di contenuti mediatici digitali.

Gli affiliati possono anche utilizzare annunci a pagamento per generare traffico, ma in genere esistono regole restrittive relative alle parole chiave che gli affiliati possono utilizzare per i prodotti che stanno promuovendo, ad esempio non possono utilizzare il nome del marchio o i nomi commerciali dei prodotti.

Venditori

Questi sono i creatori dei prodotti o dei servizi che gli affiliati promuovono e che pagano le commissioni di affiliazione per le vendite; possono essere individui o aziende, in ogni caso chiunque sia disposto e in grado di pagare commissioni agli affiliati per le vendite.

A volte, come nel caso particolare dell’Amazon Associates Program, il venditore potrebbe non essere nemmeno il creatore del prodotto o del servizio.

Reti (opzionale)

Molti venditori scelgono di lavorare con una rete di affiliazione per gestire i loro programmi di marketing delegano proprio alla rete la gestione dei controlli delle terze parti e i rapporti tra venditori ed affiliati.

Consumatori

I consumatori sono quelli che acquistano prodotti e servizi tramite link di affiliazione.

Come vengono pagati gli affiliati di marketing?

Questa è una delle domande più comuni sul marketing di affiliazione.

In genere, gli affiliati vengono pagati quando un consumatore completa un’azione come l’invio di un modulo, un clic di conferma o una vendita.

Nel caso del “clic di conferma” si identifica nel marketing di affiliazione il modello di pagamento pay-per-click, con il quale gli affiliati vengono pagati per i clic generati, indipendentemente dal fatto che una vendita sia conclusa o meno.

Altresì, il pay-per-sale è il modello di pagamento più popolare nel marketing di affiliazione, nel quale gli affiliati vengono pagati per ogni vendita che generano.

Tipi comuni di canali di marketing di affiliazione

Gli affiliati di marketing possono generare traffico nell’agorà digitale della rete Internet e realizzare vendite in diversi modi, ma alcuni canali di marketing di affiliazione sono diventati più popolari di altri per il successo che consentono di ottenere. I più utilizzati sono i Blog, gli Influencer Marketer, i micro-siti e l’email marketing.

Il blogging aiuta gli affiliati a posizionarsi nei risultati dei motori di ricerca e può indirizzare il traffico verso le offerte di affiliazione in modo organico, ovvero gratuito.

In genere, i blogger utilizzano recensioni, tutorial, how-to e altri contenuti educativi per promuovere il prodotto di affiliazione fino alla vendita, quindi si collegano al sito del venditore, utilizzano il link personale di affiliazione, ed ottengono il credito che è stato generato.

Gli Influencer Marketer sono persone che hanno molto carisma sugli utenti Internet che sono presenti nella loro sfera di influenza fiduciaria su piattaforme di social media come Instagram, YouTube e Facebook. I follower seguono gli influencer perché interessati a ciò che hanno da dire ma, cosa ancora più importante, sono già aperti alla prova di qualunque prodotto/servizio essi promuovano.

I micro-siti di ricerca a pagamento sono pagine (o una singola pagina), con un dettaglio di marca, separate dal sito web principale dell’azienda, e forniscono un’altra strada per offrire informazioni dettagliate e avviare verso la vendita i prodotti di affiliazione. Poiché sono separati dal sito Web principale, è più facile esporre un messaggio mirato e pertinente, libero dalle distrazioni dei contenuti molteplici che di solito derivano da un sito Web istituzionale.

L’email marketing esiste da molto tempo e per una buona ragione: il ROI che può derivare da una buona campagna di email marketing è elevato. A seconda dello studio preso in esame, i numeri vanno dal 3.500% al 4.400% di ritorno. Ciò significa che, nei casi migliori, ha il potenziale per generare da 35 a 44 € di entrate per ogni € investito in questa azione.

Per gli affiliati di marketing la lista di e-Mail è un’ottima fonte per potenziali vendite di affiliazione tramite newsletter, comunicati informativi, aggiornamenti, ecc.

Da ricordare che in questo canale è meglio non inviare tutte a-Mail di pura vendita, ma è accettato che possa esserci un messaggio promozionale ogni tre invii, nel quale inserire i link per procurare le vendite di affiliazione.

Il primo passo per iniziare con il marketing di affiliazione consiste nello scegliere una nicchia, un “mercato verticale”, se si vuole usare come elemento distintivo la specializzazione.

Scegliere una nicchia è paragonabile ad un negozio virtuale specializzato, come ad esempio “Tutto quanto serve per giocare a golf”, nel quale possono essere presenti prodotti e servizi affiliati anche a più venditori complementari.

In questo modo, all’interno della nicchia, è possibile promuovere un’attrezzatura completa da golf come sacche, mazze e vestiti, ma anche apprendimento online e libri, i campi da golf stessi, con promozione di abbonamenti e pass giornalieri ed anche tornei, storia del golf e cimeli.

Altri esempi di mercato verticale:
Hobby come la fotografia, i viaggi, le scommesse sportive
Prodotti finanziari come regolamento del debito, investimenti, carte di credito
Argomenti di benessere come yoga, alimentazione, prodotti biologici
Prodotti lifestyle come moda, articoli di lusso, incontri online
Argomenti per la casa e la famiglia, tra cui sicurezza domestica, prodotti per bambini, giardinaggio,
Elementi di tecnologia come SaaS, web hosting, VPN
Prodotti alternativi come omeopatia, oli essenziali, sviluppo personale

Dopo aver deciso la nicchia, è poi opportuno scegliere almeno una piattaforma o un canale da utilizzare per il marketing di affiliazione.

Come abbiamo già indicato, il blog è probabilmente il modo più semplice ed economico per iniziare, e può funzionare molto bene per gli affiliati che desiderano scrivere recensioni e confronti per promuovere i prodotti scelti.

YouTube è certamente un’altra grande piattaforma che può essere usata.

Avviare un canale personale è completamente gratuito, ma occorre però accettare che ci siano tantissimi altri video in YouTube, quindi potrebbe essere difficile attirare l’attenzione sui prodotti da promuovere, oltre al fatto che è necessario più tempo per creare e caricare un video che porti a molte visualizzazioni piuttosto che scrivere semplicemente un post in un blog.

Per un marketing di affiliazione di successo questa piattaforma è sicuramente da considerare per tutti coloro che hanno dimestichezza con riprese video e telecamere e numerosi follower in Youtube.

Dopo le scelte della nicchia e dei canali di promozione è il momento di selezionare i prodotti di affiliazione, con grande attenzione al pubblico di destinazione, avendo cura di offrire prodotti di alta qualità che daranno ai clienti un effettivo vantaggio dall’utilizzo e un piacere all’acquisto.

Sono a questo punto due le domande importanti per sapere se si è sulla strada giusta: i prodotti che sto considerando miglioreranno la vita delle persone che li compreranno? È un prodotto/servizio che comprerei personalmente o direi a mia nonna di comprare?

Superati questi due test, occorre passare all’aspetto economico. Occorre verificare che i prodotti forniscano una reale possibilità di guadagno dalla promozione e valutare le tipologie di conversione e i relativi pagamenti.

Ovviamente è un vantaggio avere già un sito web attivo, perché è possibile utilizzare l’analisi di navigazione per capire il pubblico che accede e le preferenze nei contenuti, così da operare scelte ragionate su ulteriori prodotti/servizi.

L’adesione a una rete di affiliazione, oppure ad un programma di affiliazione, consente di accedere ai marchi che cercano affiliati e agli strumenti che rendono disponibili all’uso. Le reti di affiliazione danno accesso a centinaia, se non migliaia, di programmi di affiliazione a cui unirsi.

Di seguito sono riportate alcune delle migliori reti di affiliazione:

  • ShareASale
  • Awin
  • Amazon Associates
  • Affiliato CJ
  • Rakuten Marketing
  • Avangate Affiliate Network
  • ClickBank
  • FlexOffers
  • Peerfly
  • eBay Partner Network

Fatte tutte le scelte, a questo punto viene il momento della creazione dei contenuti, che dovranno variare a seconda della piattaforma utilizzata per la promozione, anche se alcuni elementi potranno essere comuni.

  1. Recensioni dei prodotti: sono un punto fermo nel marketing di affiliazione e uno dei modi più semplici per iniziare. Si può fare la recensione con un articolo o un video, a seconda del canale utilizzato, nel quale condividere ciò che si apprezza ma anche le cose soggettivamente negative (l’onestà è fondamentale per mantenere la fiducia nel recensore da parte del pubblico).
  2. Casi di studio: le recensioni dei prodotti portano un importante contributo, perché condividono una storia di successo che sta dietro al prodotto in promozione. Nella narrazione occorre utilizzare i termini “…mostra che…” anziché “…racconta…”.
  3. Tutorial: gli articoli e i video pratici sono ottimi per far sapere al pubblico come usare un prodotto affiliato o come è possibile fare qualcosa di interessante con esso. I tutorial sono contenuti utilizzabili e preparano diffusamente il pubblico all’acquisto.
  4. Confronti di prodotti: può diventare molto interessante per i visitatori della piattaforma avere la disponibilità di confronti tra prodotti comparabili per caratteristiche e/o fascia di prezzo. La condivisione di un’opinione onesta aumenta l’interesse e stimola la fiducia. È anche possibile che il prodotto affiliato non sia il migliore in assoluto, ma solo per alcune particolarità evidenziate che vengono ritenute importanti (robustezza, sostenibilità, riciclabilità, rumorosità, ecc.).
  5. Una pagina delle risorse: manuali operativi, video di montaggio od altro similare, di solito non sono grandi veicoli di vendita, ma possono essere un modo per ottenere entrate aggiuntive dal marketing di affiliazione.
    Come sviluppare un’azione pratica? Di seguito alcuni suggerimenti pratici e diretti che aiuteranno sicuramente ad avviare un’efficace azione di marketing di affiliazione.

1. Inizia con le recensioni dei prodotti

Inizia esaminando i prodotti e i servizi nel Tuo mercato verticale, questo creerà fiducia nel pubblico e Ti affermerà come esperto.
Assicurati di far sapere al tuo pubblico perché trarrebbe vantaggio dai prodotti che stai recensendo (o perché dovrebbe starne alla larga).
Una volta che hai alcune recensioni di prodotti, aggiungi i confronti dei prodotti nel mix.

2. Rimani aggiornato

C’è molta concorrenza online e nel marketing di affiliazione, quindi, per essere il migliore, dovrai stare al passo con le tendenze, non solo nel Tuo mercato verticale ma nel mondo del marketing in generale: se sei un esperto dei social media, non puoi non essere aggiornato quando il prossimo TikTok (social network cinese lanciato nel settembre 2016 conosciuto in Cina come Douyin) entrerà nella scena mondiale.

3. Genera fiducia nel Tuo pubblico

La fiducia è fondamentale nel marketing, come scritto più volte in questo articolo. È un errore grossolano promuovere prodotti consumistici o non adeguati, mentre è invece molto meglio concentrare l’attenzione su prodotti che diano veramente un valore aggiunto al Tuo pubblico.
Non dire mai direttamente loro di acquistare, dato che stai solo consigliando i prodotti in base alla Tua opinione, a volte suffragata, magari, anche da quella di altri esperti. Sii utile e consiglia la qualità per far in modo che il pubblico torni ancora molte e molte volte.

4. Diversifica i tuoi prodotti di affiliazione

Non è necessario limitarsi ai prodotti di affiliazione che promuovi. Anche se hai un venditore che prediligi, è comunque corretto lavorare anche con altri e promuovere prodotti ulteriori.
Questo potrebbe proteggerti come affiliato nel caso il venditore preferito dovesse decidere di tagliare le commissioni, limitare i modi in cui puoi raggiungere il pubblico o eliminare del tutto il suo programma di affiliazione.

5. Testa e ottimizza

Il processo di test e ottimizzazione deve essere continuo nel tempo, occorre acquisire familiarità con le analisi per migliorare l’organizzazione della Tua prossima promozione.
Nel marketing, non si sa mai con certezza come funzionerà una promozione finché non viene avviata, quindi, lascia che le cose funzionino per un periodo determinato di tempo, poi raccogli i dati e porta eventuali modifiche e miglioramenti. Presta attenzione a ciò che funziona meglio e insisti, il successo è dietro l’angolo.

 

Fonte immagine: Shutterstock/Biscotto Design